Confcommercio Latina-Alcol
Scritto da redazione web il September 11 2008 20:12:35

Alcol, scatta l'obbligo dei cartelli "dissuasori"


News Estesa

Da martedì 23 settembre 2008 scatta l’obbligo di esporre all’entrata, all’interno ed all’uscita dei locali le tabelle che specificano quali sono i sintomi da intossicazione da alcol.

 
Il titolare o gestore di locali da ballo, pub, disco-pub ha l’obbligo di esporre all’entrata, all’interno ed all’uscita dei locali le tabelle che specificano sia quali sono i sintomi da intossicazione alcolica sia i quantitativi degli alcolici più diffusi la cui ingestione può determinare il superamento del limite consentito di tasso alcolemico. 
Qualora non si ottemperi a tale obbligo è prevista la chiusura del locale da 7 a 30 giorni.

L’obbligo è imposto dal Decreto 30 Luglio 2008 contenente le “Disposizioni urgenti modificative del codice della strada per incrementare i livelli di sicurezza nella circolazione”, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 210 dell’8/9/2008, con cui il ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali ha dato attuazione all’art. 6, commi 2 e 4, del decreto- legge 3 agosto 2007 n. 117, convertito in legge con modificazioni dall’art. 1 della legge 2 ottobre 2007 n. 160.

L’esposizione dei cartelli va di pari passo con l’obbligo che impone la cessazione della somministrazione di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione (si considerano alcolici i prodotti con un contenuto di alcool in volume superiore all’1,2 % e quindi è tale anche la birra) ai gestori e titolari dei locali dopo le 2 della notte “ove si svolgono con qualsiasi modalità ed in qualsiasi orario, spettacoli o altre forme di intrattenimento, congiuntamente all’attività di somministrazione di bevande alcoliche“.

La norma:
- si applica a tutti i locali che, a prescindere dal possesso della relativa autorizzazione, effettuano spettacoli o trattenimenti danzanti e musicali (es. pub e disco-bar con musica dal vivo oppure con DJ) alle rappresentazioni teatrali, di cabaret, di arte varia oltre che a tutte le manifestazioni con esecuzioni musicali o artistiche – da chiunque organizzate – che si svolgono all’aperto, quali concerti, sagre, feste di partito, festival;
- prevede altresì che il titolare o gestore del locale deve “ assicurarsi che all’uscita del locale sia possibile effettuare, in maniera volontaria da parte dei clienti, una rilevazione del tasso alcolemico” ; ciò comporta l’obbligo di dotarsi di alcolimetri, anche monouso, da tenere a disposizione dei clienti che ne facciano espressamente richiesta. La norma non dispone che gli alcolimetri debbano essere forniti a titolo gratuito e pertanto si ritiene possibile farne pagare l’uso.
 
Le imprese devono dunque avere cura di esporre le tabelle all’entrata, all’interno e all’uscita del locale, di assicurarne la visibilità e leggibilità tramite idonea collocazione e illuminazione nonchè la facile accessibilità per i fruitori con specifiche segnalazioni, grafiche, luminose o di altra natura, che ne evidenzino la postazione.

Si ricorda infine l’opportunità da parte del titolare o del gestore di informare il personale operante nei locali, in particolare quello addetto alla somministrazione di bevande alcoliche, sulla disponibilità, la finalità e il corretto uso delle tabelle al fine di promuovere negli stessi:
- la sensibilità alla somministrazione responsabile delle bevande alcoliche;
- la disponibilità a dare spiegazioni sul contenuto delle tabelle;
- la collaborazione per la sensibilizzazione degli utenti alla lettura delle tabelle e all’adozione dei comportamenti da queste suggerite.

Confcommercio della provincia di Latina sta predisponendo le tabelle obbligatorie da esporre, che saranno messe a disposizione degli associati entro il termine del 23 settembre.